Ci siamo noi.

C’è tutta una strana teoria sulle galassie, l’universo, la terra. Poi ci siamo noi due, eternamente incompresi dal mondo, eternamente indecisi, distratti, persi. Ci sono io che non so mai scegliere, che amo camminare su un filo sottile. Un filo sul quale, prima di te, non c’era mai stato posto per nessuno. E allora nel mio non scegliere mai, ho scelto di avere te al mio fianco. Ci sei tu che hai scelto di rischiare di cadere insieme a me e fin’ora son caduta solo io, troppe volte. Mi hai allungato il braccio così tante volte da convincermi che cercare di stare in equilibro da soli su un filo sottilissimo è pericoloso e può costarci la vita.

E io ora penso a te come il mio porto sicuro, il mio posto in cui crollare, il luogo in cui tornare quando mi perdo.

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s